Quando la vita brucia davvero. “Castelli di rabbia” di Baricco

“Castelli di rabbia” di Alessandro Baricco narra di una cittadina immaginaria, Quinnipak, e delle vite dei suoi abitanti, ambientate nell’Ottocento. Baricco trascura la sequenza logica e cronologica dei fatti per raccontarci le molteplici vicende di bizzarri personaggi che vivono a Quinnipak, delle loro vicende surreali, intriganti e avvincenti, raccontate a frammenti, che si intrecciano e si aggrovigliano tra loro rimanendo comunque distanti ma complici nella loro tendenza utopica verso l’infinito. Ognuno dei personaggi rincorre un suo sogno: chi quello di costruire una locomotiva, chi quello di costruire un palazzo interamente di vetro, chi quello di diventare abbastanza grande da poter indossare perfettamente una giacca che segnerà una svolta nella sua vita.  A Quinnipak si guarda l’infinito, i suoi abitanti sono sospesi tra sogni e realtà, nel costante tentativo di trovare un senso anche alle cose più banali della vita, aspettando in quel meraviglioso silenzio ciò che attende di diventare indimenticabile …

Il compenso dell’anima: “Il vecchio e il mare” di Hemingway (Milena Di Fusco)

“Il vecchio e il mare” di Ernest Hemingway è la storia di Santiago, un vecchio pescatore cubano molto povero, che da ottantaquattro giorni torna dalla giornata di pesca completamente a mani vuote, quasi fosse stato maledetto. La sua reputazione è infatti così compromessa che perfino i genitori del suo apprendista, il giovane Manolin, vogliono che il figlio presti servizio presso pescatori più abili e fortunati, ma il ragazzo è molto affezionato al vecchio e continua così a frequentarlo, aiutandolo il più possibile. Santiago non è un pescatore comune però: lui ama profondamente il mare, nonostante esso oltre che dargli vita spesso lo uccida o almeno tenti di farlo, lo ama. Non lo vede come un rivale, un luogo o un nemico come fanno gli altri pescatori, ma lo pensa sempre al femminile, come una donna, e lo vede come qualcosa che concede o rifiuta grandi favori, e se fa cose …

I ragazzi del Leomajor giurati del Premio Strega Giovani 2018

Gli studenti Elisabetta Arigò (4Cc), Francesco Cinelli (3Dc), Mattia De Filippo (3As), Milena Di Fusco (3As), Luna Franco (3As), Caterina Moro (4Cc), Leonardo Palumbo (3As), Chiara Pezzutti (4Eu), Valdo Reini (3As) ed Emma Rigo (4Bs) saranno i giurati del Premio Strega Giovani 2018, un’iniziativa promossa dalla Fondazione Bellonci che vuole diffondere la narrativa italiana contemporanea presso il pubblico dei giovani adulti, riconoscendone e enfatizzandone l’autonomia di giudizio. In particolare il premio è assegnato da una giuria di studenti di età compresa tra i 16 e i 18 anni, provenienti da circa cinquanta scuole secondarie superiori distribuite in tutta Italia. Concorrono a ottenere il riconoscimento i dodici libri candidati al Premio Strega 2018, la cui selezione sarà resa nota entro il prossimo mese di aprile. I ragazzi della giuria sono inoltre invitati a motivare la loro scelta inviando un testo scritto. Gli autori delle migliori motivazioni saranno ospiti della Fondazione alla cerimonia di proclamazione del vincitore, che si terrà …

“La fine della solitudine” di Benedict Wells (Milena Di Fusco)

  “La fine della solitudine” di Benedict Wells narra la storia di tre fratelli, Jules, Liz e Marty, che perdono i genitori da piccoli e sono destinati a vivere separati, senza famiglia e, ben presto, estranei l’uno all’altra. Crescendo devono fare i conti con la vita, con un’infanzia difficile e con un destino già in partenza sfavorevole che sembra caratterizzato da forze invisibili che portano cambiamenti fulminei nella vita dei tre ragazzi. Ognuno di loro affronterà la propria vita in modo diverso: Liz vivrà senza limiti, provando tutto ciò che c’è da provare nella vita, Marty si immergerà negli studi e diventerà cinico e nichilista e considererà tutto privo di significato per evitare di subire altre perdite, mentre Jules sfuggirà alla vita diventando introverso, rifugiandosi in una vita di sogni e diventando sempre più solo. Il vero protagonista di questa storia è però Jules e l’intreccio della sua vita con …