Il bambino con il pigiama a righe

Caro Orsacchiotto, devo ammettere che non sono un’assidua lettrice, ma ho il desiderio irrefrenabile di raccontarti la mia esperienza che ho avuto leggendo un libro. Il modo in cui l’autore è riuscito a far trasparire le emozioni dei personaggi e la trama, che è tratta da una storia vera, mi hanno fatto venire i brividi quando ho avuto l’occasione di farmi travolgere dal “Bambino con il pigiama a righe”. È proprio vero che gli occhi di un bambino interpretano la realtà a modo loro, riuscendo a trasformare situazioni difficili in un gioco, contrariamente agli adulti che fanno di un gioco una guerra senza confini. Gli occhi di un bambino di stupiscono davanti ai colori e alle meraviglie offerte dalla natura, si impressionano di fronte alle novità, si innamorano osservando il viso colmo d’amore della mamma. Un bambino riesce con un tocco di fantasia ad immaginare un modo perfetto. Ma per …