E-leggiamo. Un voto per promuovere la lettura

Diffondiamo l’appello di Stefano Parise, Presidente dell’Associazione Italiana Biblioteche (AIB), che invita a leggere, sottoscrivere e diffondere “E-leggiamo. Un voto per promuovere la lettura“. E’ la sintesi  di alcune proposte formulate nel corso degli ultimi mesi dagli operatori riuniti nel Forum del Libro e nell’A.I.B. con gli editori, i librai e gli insegnanti, in linea di continuità con il documento “Ripartire dalla cultura“. I promotori delle due iniziative coordinate si sono mobilitati per spingere i candidati alla guida del paese ad assumere impegni concreti a favore delle biblioteche, delle librerie indipendenti, della promozione della lettura a scuola. L’iniziativa vuole anche promuovere l’apertura straordinaria delle librerie il giorno 24 febbraio 2013: una buona occasione per invitare i cittadini ad andare in libreria e a sottoscrivere il testo prima di andare a votare!

Corso di formazione per genitori e insegnanti martedì 5 Marzo alle ore 17.00 presso Librolandia a Porcia)

Martedì 5 Marzo alle ore 17.00 si terrà presso Librolandia, biblioteca dell’Istituto Comprensivo di Porcia (Via Lazio 27 a Sant’Antonio di Porcia), il corso di formazione e aggiornamento “I ragazzi? Lasciamoli leggere” per genitori ed insegnanti. Interverrà Roberto Denti, fondatore della prima Libreria dei Ragazzi, nata a Milano 40 anni fa. Sarà un occasione di formazione e riflessione con uno dei massimi esperti italiani in letteratura per ragazzi, uno dei pochi in grado di tracciare una panoramica dell’evoluzione della lettura e della letteratura per ragazzi negli ultimi 40 anni. E’ vero che i ragazzi non leggono? O è solo un falso mito? Quale ruolo giocano le famiglie e le istituzioni scolastiche? Come posso scegliere un buon libro per ragazzi? In classe ho dei ragazzi con difficoltà di lettura, cosa posso fare? Un bambino a che età è competente per scegliere un libro da solo? Queste e molte altre le domande a cui potremo rispondere durante questo …

Italia, difenditi come la Francia

I libri sono strumenti essenziali e insostituibili di crescita culturale e civile. Per questa ragione occorre moltiplicare le occasioni di incontrarli e in particolare i luoghi — come le biblioteche e le librerie — in cui sono disponibili a tutti. Occorre rivolgersi soprattutto alle giovani generazioni: tutte le biblioteche sono importanti — quelle specialistiche come quelle rivolte al pubblico generale — ma in particolare vanno potenziate le biblioteche scolastiche e quelle universitarie. Se le biblioteche svolgono compiutamente la loro funzione — specie a livello locale — realizzano la formazione della cittadinanza, che e’ una delle missioni più importanti dei libri. In Francia abbiamo una istituzione centrale per la promozione del libro, il Centre National du livre, dotata di un fondo cospicuo (42 milioni di euro, ndr) e molto attivo in diversi campi. Tra le sue attività c’è il sostegno delle librerie di qualità nel programma Lir, voluto e diretto da …

Sostenete la lettura

Ho aderito alla lettera aperta del Forum del Libro ai candidati alle elezioni perché, malgrado tutto, credo che si debba dare una chance al ceto politico: queste occasioni è necessario darle, perché senza politica una nazione esiste, la politica è la ragion d’essere di ogni nazione. Si tratta di dare chances naturalmente alla buona politica, cioè alla politica intesa nel senso del lavorare per il bene comune. Certo, lanciare una proposta al momento della campagna elettorale è un’arma a doppio taglio. Durante la campagna elettorale i politici si distinguono per fare promesse. Si diceva una volta, da marinaio. Ma qui vedo fare promesse da ammiraglio, che poi puntualmente non si mantengono, neppure in minima parte. Questo è il coté negativo, il lato positivo è invece chiedere ai candidati di occuparsi della lettura… vuoi vedere che qualcuno poi mantiene l’impegno preso? Bisognerebbe far capire ai politici che la lettura non è …

La Casa del sonno – Johnatan Coe

‘I capitoli dispari di questo romanzo sono ambientati per la maggior parte negli anni 1983-84. I capitoli pari sono ambientati nelle ultime due settimane del giugno 1996.’ L’autore inizia con questa nota che spaventa un po’ La Casa del sonno, poiché già si immagina la confusione che si creerà, i personaggi non si riconosceranno, le situazioni si incroceranno e non si avrà una chiara immagine della vicenda. Si legge il primo capitolo, poi il secondo e via dicendo, e poco a poco la storia si fa più chiara, prende forma, il disordine che si era immaginato svanisce e viene sostituito da un vero e proprio piacere e sbigottimento ad ogni pagina. È un percorso che segue una via parallela a quella del sonno. FASE UNO, FASE DUE, FASE TRE, FASE QUATTRO. Questo libro parla di occasioni perse, occasioni sbagliate, tempo bruciato e tempo ben sfruttato, sonno eccessivo e notti insonni, …

Un’amicizia d’acciaio, che si piega, ma non si rompe

Piombino, via Stalingrado. Una realtà cruda e fredda dove dominata dal colosso siderurgico della Lucchini, fabbrica attorniata dagli squallidi casermoni grigi dove vivono gli operai e le loro famiglie. Anna e Francesca, le protagoniste del romanzo, nonché migliori amiche da una vita, sono adolescenti, belle, provocanti, e stonano con la famiglia nella quale sono nate. Francesca vive con un padre-padrone che la spia attraverso un binocolo quando è in spiaggia e una madre piuttosto giovane, ma “invecchiata” dalla vita, che non ha mai preso una decisione. Anna ha una madre impegnata in politica, un padre piuttosto assente, mezzo delinquente che mira al lusso; suo fratello, Alessio, ruba e spaccia droga per arrotondare lo stipendio della Lucchini. Anna e Francesca sono cresciute insieme tra i casermoni di via Stalingrado, con il sogno di andare all’Elba, come fanno i turisti delle grandi città. Sono uguali, ma diverse. Sono come sorelle in pieno …

Incontro con Fabio Pusterla – Aula Magna del Centro Studi, 15 aprile – 9.30

Fabio Pusterla incontrerà gli studenti del Liceo Leopardi-Majorana il 15 aprile alle 9.30 nell’Aula Magna del Centro Studi nell’àmbito del progetto ipoetisonovivi. Per preparare meglio l’attesa, forniamo alcuni contributi letterari e critici. [Scarica la scheda bio-bibliografica] Bibliografia  Poesia Concessione all’inverno, Bellinzona, Casagrande, 1985 [2ª ed. 2001] (Premio Montale e Premio Schiller); Bocksten, Marcos y Marcos, Milano, 1989 [2ª ed. 2003]; Le cose senza storia, Marcos y Marcos, Milano, 1994; Danza macabra, Lietocollelibri, Camnago, 1995; Isla persa, Edizioni Il Salice, 1997, (2ª ed. 1998); Pietra sangue, Marcos y Marcos, Milano, 1999 (Premio Schiller 2000, finalista Premio Viareggio e Grandovere 2001); Me voici là dans le noir, trad. de l’italien par Mathilde Vischer, Moudon, Editions Empreintes, 2001; Une voix pour le noir: poésies 1985-1999, trad. de l’italien par Mathilde Vischer, préf. de Philippe Jaccottet, Lausanne, Editions d’En bas, 2001; Les choses sans histoire – Le cose senza storia, trad. de l’italien par Mathilde Vischer, préf. de Mattia Cavadini, Moudon, Editions Empreintes, 2002; Deux rives, trad. de l’italien par Béatrice de Jurquet et Philippe Jaccottet, préf. de Béatrice de Jurquet, postf. …

“Solo con gli occhi” – Wataya Risa

“Io detesto essere esclusa, ma odio ancora di più far parte di un gruppo. Appena ne diventi membro ti devi adeguare agli altri, è un comportamento che non porta a nulla.” Questo è il modo di vedere le cose e le amicizie di Hatsu, studentessa che ha appena iniziato il suo primo anno di scuola superiore. Il rumore delle striscioline di carta che strappa durante le lezioni è l’unica cosa che le permette di non sprofondare completamente nell’enorme voragine di solitudine e tristezza che prova nel suo cuore. Persino la sua amica delle medie, Kinuyo, è riuscita a farsi degli strambi amici e passo tutto il suo tempo in loro compagna. Ma Hatsu non è la sola ad essere emarginata dal resto della classe, c’è anche quello strano ragazzo Ninagawa con la sua strana e maniaca ossessione e adorazione per la bellissima modella e cantante Oli-chan. Amore, odio, abbandono alla …

La scomparsa di Majorana – Leonardo Sciascia

Leonardo Sciascia nel 1975 scrive un romanzo dedicato alla presunta morte nel 1938 di Ettore Majorana, scienziato di spessore degli anni 30 allievo all’università di fisica teorica di Roma di Enrico Fermi. Il terzo capitolo del libro si apre con alcune informazioni sull’istruzione di Majorana, da lui stesso scritte nel 1932: “Nel 1928, desiderando di occuparmi di scienza pura, ho chiesto e ottenuto il passaggio alla Facoltà di Fisica e nel 1929 mi sono laureato in Fisica Teorica sotto la direzione di S.E. Enrico Fermi svolgendo la tesi: ‘La teoria quantistica dei nuclei radioattivi’ e ottenendo i pieni voti e la lode.” Il libro di Sciascia pone un grande quesito irrisolto, ovvero la morte di Majorana: è davvero morto come è emerso dalle indagini o è fuggito per qualche motivo?L’autore avanza molte ipotesi ben documentate, infatti secondo alcune fonti Majorana avrebbe avuto motivi per nascondersi, per scappare. Secondo alcuni studiosi …

Consigli per gli acquisti

Vuoi che la biblioteca acquisti un libro? Segnalalo qui, compilando il modulo. Ne terremo conto. Grazie [contact-form][contact-field label=’Name’ type=’name’ required=’1’/][contact-field label=’Quali libri desìderi?’ type=’textarea’ required=’1’/][/contact-form]

“La Città dei ragazzi”: il viaggio in Marocco di chi ce l’ha fatta

E’ un libro che cattura, scaraventa il lettore in una realtà difficile: la vita di alcuni ragazzi stranieri figli della povertà e della guerra, che riescono a sfidare l’impossibile e, quasi grazie ad un miracolo, sono arrivati qui, nella Città dei ragazzi, conquistando forse il gradino più alto: la vita, in cui la cosa strana è che se non vieni accettato da nessuno, rimani isolato. Ma questo non è il loro caso. Il romanzo racconta il viaggio in Marocco dello scrittore con Omar e Faris per ritrovare le loro famiglie. Un viaggio che metterà in luce la povertà dei due ragazzi, le condizioni di disagio che li hanno portati in Italia. Affinati rappresenta l’unico punto fermo delle loro vite travagliate attraverso  l’educazione che è intesa come un cambiamento per l’individuo. Egli li ha accompagnati alla ricerca delle loro radici. L’autore parla del rapporto burrascoso con il padre e frammenta storie di giovani immigrati illegalmente, distinti dalle loro particolari personalità. In questo romanzo vengono messi …

Riunione progetto Africa 2013

Si comunica agli studenti interessati che martedì 18 dicembre, alle ore 15.00, si terrà nella Biblioteca della scuola un incontro preliminare per fare il punto sul possibile viaggio in Kenya previsto per  l’estate del 2013. Quanti fossero interessati sono invitati a partecipare (ricordiamo che condizione imprescindibile per il viaggio è la maggiore età alla data della partenza). Contestualmente segnaliamo che alle ore 14.00 si terrà un’assemblea dell’Associazione Hapa Tuko.  Soci e simpatizzanti sono invitati a partecipare. A seguire, alle ore 15.30 circa, si terrà un incontro del gruppo redazionale della rivista AfriCare per definire l’uscita del terzo numero prima di Natale.  

La nostra biblioteca è sul catalogo OPAC

La scuola, dal mese di settembre 2005,  è entrata a far parte del “Progetto Biblioteche nelle Scuole”, realizzato con la collaborazione dell’Istituto Centrale per il Catalogo Unico (ICCU) e del Ministero per i Beni e le Attività Culturali (MiBAC), come misura di attuazione del piano di azione “e-Europe 2005” volto a favorire l’accesso all’informazione e a realizzare la cittadinanza digitale. Lo scopo è stato quello di integrare le biblioteche scolastiche nel Servizio Bibliotecario Nazionale (SBN), un sistema di cooperazione in rete gestito dall’ICCU, che mira alla creazione e alla gestione di un catalogo unico nazionale delle biblioteche italiane, pubbliche e private. Nel 2009, la biblioteca è entrata ufficialmente a far parte del Polo SBN regionale e della base dati Indice e nel gennaio 2012 ha adottato il programma di catalogazione del Servizio Bibliotecario Nazionale/Sebina SOL, in uso presso il Polo del Friuli Venezia Giulia. Indirizzo al catalogo in linea: Polo SBN del Friuli Venezia …